.
Annunci online

  LaCarovana
 
Diario
 


Spunti e spuntini:

Ziyad safar bayad ta pokhte shavad khami


Anche un calcio in culo è un passo avanti

fichi colle noci

Les voyages forment la jeunesse

J'aime pas viellir mais c'est le seul moyen que j'ai trouvé pour pas mourir jeune

salciccia cruda e stracchino

Italiani, popolo di santi, navigatori e poeti... ma chissà perché, ovunque io vada mi parlano di calcio e mafia

I'm not only perfect, I'm also Serb

pane, burro e cioccolata nera grattugiata

... Il sait tout, mais il ne sait que ça...

prosciutto crudo e melone



3 settembre 2006

Macedonia3

Lacho Divo
In questo momento non sono, come le altre volte, nel refrigerato centro commerciale del centro di Skopje, bensi in un piccolo centro internet nella citta rom di Sutka. La fama di raffinati musicisti viene smentita in questo momento dal gestore che, giovane e tamarro, sta mettendo a iosa un odiosissimo e ripetitivissimo pezzo rap.
Avremmo potuto farci venire dei dubbi gia' ieri sentendo parlare l'illustre professore della sua conoscenza della musica italiana: "Sara' cosi, finche' vivrai, sara' cosi'" Ma anche Rita Pavone e Albano.
L'incontro, cui vi avevo gia' accennato, con questo genio del fancazzismo ha l'effetto di un balsamo benefico ogni qualvolta possa subentrare un velo di depressione; basta infatti pensare ad una qualsiasi delle sue frasi o dei suoi gesti per farsi una bella risata -sto infatti ridendo. E' difficile rendere sulla carta -e ancor piu' sullo schermo- il suo perpetuo proporre progetti in un crescendo di inverosimiglianza "Facciamo un progetto per cercare nella biblioteca vaticana le origini rom di Roma! Basta conoscere qualche vescovo giusto" "Perche' non facciamo un progetto per fare uno studio sui rom dall'india all'europa? Potremmo chiedere un finanziamento di 500 000 euro per fare tre mesi di viaggio!
- tre mesi saranno un po' pochi- dico io e lui che capisce solo la seconda parte.
-Allora chiediamo 1 milione di euro!"
Ma come descrivere il momento in cui si mette a prendere appunti sul retro di una cartella con le varie parolacce, nel mentre che se la ride con alcuni compari zingari che ci hanno consentito, corrompendo il controllore -rom pure lui- il rientro in treno dalla citta' di Kitchevo, roccaforte dei separatisti albanesi; senno per citare il Professore "avremmo dovuto dormire fuori come degli zingari!".
Comunque non e' l'unico incontro proficuo avuto nel corso delle mie ricerche. Ho incontrato nuovi Shaykh. Uno maestoso che vuole ricevere delle donazioni per lasciarsi riprendere, mi sta recando qualche preoccupazione, infatti le mie finanze non mi consentono di privarmi di denaro ignorando se questo mi rientrera' mai. Questo augusto shaykh ha comunque avuto la compiacenza di mostrarmi delle cassette dei loro rituali (zikr) registrate ad uso interno. Mentre si passava da un la ilaha illa Allah ad un qualche altro estafirullah, viene inserita nel videoregistratore, al cospetto di tutti i dervisci, una cassetta persa tra le altre che manda in onda una biondina accompagnata da una musichina che lasciava immaginare bene a quale filone di cinematografia di genere apparteneva il film.
L'altro shaykh era un vecchietto il cui alitop mi ha quasi ucciso mentre mi parlava con occhi inspirati dell'essenza del sufismo. L'opera di distruzione della mia persona fu portata a termine la sera stessa da cevapi marci presso una rosticceria albanese, questi ultimi avevano, per l'appunto lo stesso odore del fiato del sant'uomo.
Si e' conosciuto uno dei redattori della televisione zingara satellitare, il simpatico Circo -e' un soprannome dovuto per l'appunto al fatto che e' simpatico come il piu' grande spettacolo del mondo. A presentarcelo e' stato uno dei piu' famosi cantanti locali, un uomo di cui tutti conoscono l'indirizzo quaggiu' e la cui stazza unita a quella dei suoi famigliari -in particolare quella del figlio piccolo- farebbe tremare il saggio Hati. Rimane una delle persone piu' disponibili e ci ha dato la raccolta completa dei suoi clip, che passano regolarmente sulle televisioni, bulgare, turche, serbe e macedoni.
Intanto passeggio sempre piu incantato dalle bellezze rom, di cui ho sempre subito il fascino!
Saluto i pochi che sono giunti fin qua
A presto fosse anche tra un anno!
JFF
 
PS il romane e' difficile aspettero ancora un po' per la missiva bilingue!




permalink | inviato da il 3/9/2006 alle 16:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

sfoglia     agosto        ottobre
 

 rubriche

Diario
Per non saper né leggere, né scrivere...

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom